Aspirabriciole Guida all’Acquisto per Scegliere il Migliore

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Un accessorio utile, che dovrebbe essere presente in tutte le case è l’aspirabriciole.

Si tratta di un piccolo elettrodomestico, una sorta di aspirapolvere, che ti aiuterà a mantenere sempre pulita la tua tavola, il bancone da lavoro, ma anche il divano se lo avrai utilizzato per mangiare un panino stando seduto a guardare la tv.

Andiamo a conoscere meglio questo interessante oggetto, per capire quale sia il modello che meglio si presta alle varie esigenze. Infatti in commercio se ne trovano di molti tipi e può essere difficile sceglierne uno senza un aiuto.

Di seguito una tabella dei migliori aspirabriciole. Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it

FotoAspirabriciole
Black&Decker DV1810
Black & Decker DV9610NF
Black & Decker NV1999QW
Black & Decker NV2420N
Dyson DC34
Philips Fc6140
Rowenta AC4769 Extenso Cyclonic
Rowenta Aspirabriciole Ac9258
TV Das Original Clean Maxx 1087

Cosa sapere prima di comprare un aspirabriciole

aspirabriciole

Ogni modello di aspiratore di questo tipo è diverso dagli altri, ma ci sono anche aspetti che sono comuni a tutti questi apparecchi per la pulizia.

Nella scelta del migliore aspirabriciole entrano in campo vari aspetti, che vanno dalla potenza del loro motore, al loro peso, alla semplicità nel cambiare i filtri per finire con la capienza del vano raccogli sporco e dell’autonomia della batteria. Vediamo meglio questi aspetti.

Potenza dell’aspirabriciole

Tanto maggiore sarà la potenza del modello di aspiratore che avrai deciso di portare a casa con te, tanto sarà meglio.

È questo infatti un aspetto molto importante, infatti è questa la caratteristica che farà la differenza tra un modello davvero performante ed un altro che invece non riuscirà mai a fare bene il proprio lavoro. Una scelta che non ti lascerà deluso è quella di optare per un modello di aspiratore caratterizzato da una potenza variabile, che ti permetterà di utilizzarlo a livello più basso con tessuti, rivestimenti o simili ed in modo più forte con altre superfici. Questo aspetto è facile da gestire e viene regolato per mezzo di alcuni pulsanti che sono posti sul manico dell’elettrodomestico.

Capienza del contenitore

Ecco qua un aspetto fondamentale, che non ti dovrai mai dimenticare di valutare con attenzione al momento della scelta di un aspiratore per le briciole. Si tratta della capienza del contenitore.

Quando lo sporco viene aspirato questo va infatti a finire in un apposito spazio, all’interno dell’aspiratore. Ti consiglio di sceglierne un modello che abbia un contenitore piuttosto capiente, che ti offrirà maggiore autonomia di utilizzo prima di doverlo andare a svuotare perché troppo pieno. Di solito, quando il contenitore sta per raggiungere il suo livello di massima capienza, si accende una spia. Valuta con attenzione anche se l’elettrodomestico sia in grado di aspirare solo le briciole o possa essere utilizzato anche con sostanze liquide.

Facilità di pulizia dei filtri

Per chi soffre di allergie è importante che l’aspiratore per le briciole monti un filtro, e che la sua pulizia e la sostituzione sia il più semplice possibile.

Mentre si aspira, infatti, la polvere viene smossa e in questo modo va a dare fastidio, specialmente ai soggetti allergici. Il filtro HEPA è quello che meglio ti aiuterà nel caso in cui tu rientri nel gruppo dei soggetti allergici. Principalmente i filtri sono di tre tipologie: usa e getta, lavabili e risanabili. I primi ti obbligheranno a sostituirli almeno una volta all’anno. Quelli lavabili, una volta smontati potranno essere lavati con acqua e sapone e per questo dovranno essere semplici da montare. L’ultima tipologia si pulisce con un po’ d’acqua dopo l’utilizzo dell’aspiratore.

Peso

Una delle caratteristiche più importanti, che deve sempre comparire in un buon aspiratore per le briciole è il peso ridotto.

Trattandosi di qualcosa che dovrai movimentare con il braccio, per pulire in modo approfondito, dovrà necessariamente trattarsi di un oggetto che abbia un peso contenuto. In commercio ce ne sono davvero molti, specialmente tra i modelli cordless, che rispettano in pieno questo aspetto, non venendo però a mancare per quanto riguarda la potenza del motore e la capacità del vano raccogli briciole. Nella scheda tecnica del prodotto compare sempre il suo peso, scegli quello che pensi si adatti meglio al tuo fisico.

Tempo di ricarica

Il raccoglibriciole è un piccolo elettrodomestico che funziona a batteria, nella maggior parte dei casi, quindi è molto importante valutare quali siano i suoi tempi di ricarica.

Se si sceglie un modello di aspiratore per briciole cordless, cioè senza filo, è importante andare a valutare quello che è il tempo di ricarica. Infatti una volta che la batteria si è scaricata diventerà impossibile continuare ad aspirare lo sporco fino a che questa non sia di nuovo completamente piena. Questo valore potrai trovarlo indicato nella scheda tecnica dell’aspiratore, insieme al tipo di alimentazione utilizzata dalla batteria ed alla sua autonomia, che sarà comunque influenzata dalla potenza al quale l’elettrodomestico sarà stato utilizzato. È consigliabile acquistare sempre un aspiratore che garantisca, insieme alla massima autonomia anche dei tempi rapidi per ottenere una ricarica completa.

Tipo di batteria (NiCad, NiMH, Li-Ion)

Per comprendere meglio quello che è il funzionamento di un aspiratore per briciole cordless è fondamentale partire analizzando quella che è la tipologia di batteria che ne supporta il funzionamento.

Le batterie possono essere sostituite o se ne possono avere due, da intercambiare tra loro per avere sempre il nostro fedele aspiratore a disposizione. Le principali tipologie di batterie sono tre e si differenziano per il materiale usato per alimentarle. Vediamo insieme i principali.

  • Ci sono modelli alimentati a NiCad (nichel-cadmio) che però hanno diversi svantaggi. Sono infatti più pesanti delle altre tipologie e devono essere completamente scariche prima di poter essere caricate di nuovo. Il tempo necessario perché siano di nuovo disponibili è piuttosto lungo e dopo molte ricariche il suo tempo di autonomia tende a ridursi.
  • Un’altra tipologia sono quelle a NiMH (nichel-metallo idruro). Sono più leggere e durano più a lungo di quelle al cadmio ed hanno il vantaggio anche di poter essere ricaricate anche se non completamente vuote. Importante è non andare mai a sovraccaricarle; per questo basta dotarsi di un caricabatterie con autospegnimento.
  • Ultima variante sono quelle agli ioni di litio (Li-Ion), dalla lunga vita e dalla ricarica rapida. Riescono a sopportare bene anche temperature rigide.

Accessori (accessorio per liquidi, bocchetta a lancia e spazzolina)

Un aspirabriciole potente non è completo se non ha a sua disposizione degli accessori.

I più importanti sono l’aspiratore per liquidi, la bocchetta a lancia e la spazzolina. Utilizzando ognuno di questi accessori si potranno infatti ottenere risultati ottimali su tutte le superfici, andando così a sfruttare al massimo tutte quelle che sono le caratteristiche di un aspiratore. Spesso sono presenti nel kit di base anche dei tubi di prolunga, per poter usare l’elettrodomestico anche in zone difficilmente raggiungibili. Ti ricordo che comunque, anche nel caso in cui il tuo aspiratore non ti sia stato fornito con un accessorio questo non vuol dire che non sia disponibile, ma che dovrai acquistarlo separatamente.

I diversi tipi di aspirabriciole

aspirabriciole per auto

Adesso che sai qualcosa in più sul mondo di questi utili elettrodomestici è arrivato il momento di andare ad addentrarci nel mondo delle varie tipologie che potrai trovare in commercio.

Ti basterà dare uno sguardo all’assortimento di questi aspiratori e ti renderai conto che ce ne sono di alcuni da usare solo sulla tavola di casa, di altri che si possono utilizzare anche per pulire l’auto e di altri ancora che riescono ad aspirare anche i liquidi.

Da tavolo

Probabilmente è questo il primo modello di aspiratore che viene alla mente quando si pensa ad un aspiratore per briciole.

Sono caratterizzati da piccoli dimensioni e estrema leggerezza, che li rendono adatti ad essere usati proprio da tutti. Per averli sempre a portata di mano si possono posizionare, quando non in uso, su appositi supporti che si fissano alla parete. Sono caratterizzati dal fatto che funzionano senza filo, quindi con un’estrema maneggevolezza. Si tratta dei modelli più semplici, che non sono dotati di accessori particolari, come ad esempio la spazzola. Trattandosi di tipi di aspiratori più semplici sono anche quelli più economici, quindi alla portata davvero di tutte le famiglie.

Per l’auto

Chi ama avere sempre un’auto in ordine e con la tappezzeria dove non ci sia neppure una briciola, la scelta giusta da fare è quella di acquistare un aspiratore da auto.

Si tratta di modelli di aspirabriciole molto leggeri, che funzionano senza la necessità di avere a disposizione un collegamento con la rete elettrica, ma solo attraverso una batteria. Il caricatore per auto, del quale sono forniti, ha una potenza di 12 volt; per poterlo utilizzare è necessario che il veicolo abbia il motore acceso. Anche se si tratta di un prodotto nato per pulire le auto, è possibile utilizzarlo anche in casa. Nel kit di vendita compare anche una bocchetta a lancia, utilissima anche per pulire a fondo le tastiere dei pc.

Briciole e aspira liquidi

A mio avviso è questo il modello di aspiratore che si adatta un po’ a tutte le esigenze, permettendo di aspirare sia elementi solidi che liquidi.

Sono molo utili per permettere di eliminare liquidi che possono essere stati inavvertitamente rovesciati su varie superfici. Offrendo però anche i vantaggio di poter aspirare anche già elementi solidi, questi prodotti sono il top tra gli aspiratori per briciole, vista la loro grande versatilità. I modelli ad uso domestico sono per lo più senza filo, mentre nelle versioni industriali funzionano tramite filo. Alcuni usi che si possono fare di questo tipo di prodotto sono l’aspirazione dei fondi di caffè e l’umidità al di sotto dei tappeti.

Per che cosa si utilizza uno aspirabriciole?

Gli usi che si possono fare di un aspiratore per briciole sono molti e cambiano in base a quello che è il modello a cui facciamo riferimento.

Vediamo insieme gli usi più comuni.

  1. Primo quello di mantenere la tavola e i piani di lavoro sempre in perfetto ordine. Proprio per questo motivo la scelta migliore per un aspirabriciole è quello di un modello che possa aspirare sia liquidi che solidi.
  2. Pulizia dei divani e dei tappeti sono altri usi che si possono fare di questo oggetto, utilizzando delle apposite bocchette che bene si prestano ad essere inserite negli spazi tra i cuscini.
  3. Anche l’auto sarà sempre perfetta grazie all’uso di un aspiratore di questo tipo. Polvere e sporco verranno risucchiati dentro un apposito vano da dove poi verranno eliminati.
  4. Se vivi in una casa dove sono presenti delle scale questo oggetto ti sarà utile per poter andare ad aspirare lo sporco anche negli angoletti più nascosti ed irraggiungibili.
  5. Un altro uso che si fa dell’aspiratore per briciole è quello che permette di andare a togliere lo sporco che può essere caduto nelle guide della pattumiera, che altrimenti sarebbero impossibili da raggiungere.

Ti serve veramente un aspirabriciole?

Adesso sai davvero tutto sugli aspirabriciole e l’unica domanda che ti devi fare è se veramente hai bisogno di un prodotto di questo tipo.

Di certo la risposta migliore a questa domanda la sai soltanto tu, ma per aiutarti a fare la scelta giusta è opportuno ricordarti che questi piccoli elettrodomestici ti andranno ad aiutare e non poco nella vita di tutti i giorni, specialmente se andrai a sceglierne un tipo completo, di quelli che assorbono liquidi e solidi e che funzioni senza filo. Dai uno sguardo ai modelli in commercio e valuta se davvero il loro costo è così eccessivo rispetto ai grandi vantaggi che offre a chi lo utilizza.

Vantaggi

Tra i vantaggi che dobbiamo immancabilmente elencare nell’uso dell’aspirabriciole prima di tutto c’è la manualità. Infatti, grazie alla sua dimensione ed alla forma, l’aspirabriciole è molto pratico da adoperare. Inoltre, quello che ne fa la differenza è la potenza dell’aspirabriciole stesso.

Più è potente e maggiore sarà la sua efficienza. Inoltre, tra i vantaggi dell’uso dell’aspirabriciole non bisogna dimenticare la sua dimensione ridotta che, proprio grazie al poco spazio che occupa, può essere sistemata in un angolo della casa senza dare fastidio.

Svantaggi

Gli svantaggi dell’aspirabriciole sono riconducibili solo ed esclusivamente alla loro limitazione in termini di capacità. Infatti, essendo fornito di un serbatoio piuttosto limitato, in presenza di eccessivo sporco da eliminare esso dovrà essere smontato e svuotato più volte.

Inoltre, gli svantaggi possono essere diversi se si sceglie di acquistare un aspirabriciole di bassa qualità, poiché dovrete vedervela con la limitazione della batteria (si scarica presto) e la poca potenza.

Ti piace? Condividi l'articolo.

Nessun Commento

Agiungi il tuo