Aspirapolvere a Traino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

La scelta dell’aspirapolvere a traino

L’aspirapolvere a traino è il modello più comune usato oggi nelle case: sarà perché è molto comodo o sarà per la sua capienza elevata, la maggior parte delle famiglie ne possiede uno.

Hanno forma ovale e possono essere trainati, appunto, come dice il nome; inoltre, hanno una capacità di aspirazione piuttosto elevata rispetto alle scope elettriche.

Gli aspirapolvere a traino sono maneggevoli e non pesano troppo: devono infatti seguire facilmente i movimenti di chi le sta utilizzando, scorrendo bene sui pavimenti.

Per questo hanno delle ruote: grandi o piccole che siano, l’importante è che assicurano la maggiore mobilità possibile. P

ossono avere un sacchetto per la raccolta dei rifiuti accumulati, da cambiare ogni qualvolta sia pieno; oppure possono avere un filtro, che va svuotato semplicemente nel cestino quando è colmo di acari e altri residui.

In più, l’estremità del tubo aspirante può avere diversi bocchettoni: quelli più affusolati per pulire tappeti e tessuti, quelli con testa triangolare o rettangolare funzionano invece a mo’ di scopa elettrica.

Di seguito una tabella dei migliori aspirapolvere a traino. Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it

FotoAspirapolvere a TrainoPotenza
Dyson DC33C Potenza di aspirazione: 259aW
Dyson DC37 1300 Watt
Dyson DC37C Potenza di aspirazione: 259aW
Dyson DC52 Potenza di aspirazione: 263aW
Dyson DC29 1400 Watt
Hoover Xarion TAV 1508
Rowenta RO3463 1900 Watt
Samsung VC21F50UKGC 2100 Watt
Samsung VCC67F0H3R1200 Watt
Samsung VCC88L0H311200 Watt

Le caratteristiche che deve avere un buon aspirapolvere a traino

Per non creare problemi durante l’utilizzo, l’aspirapolvere che si va a scegliere deve essere trascinato senza difficoltà all’interno della casa: questo significa che non deve essere troppo pesante e che deve avere delle ruote adatte alla tipologia di casa in cui deve stare.

Il peso ideale è di 5 o 6 chili, dato che comunque non è un oggetto da tenere costantemente in mano, ma da spostare meccanicamente sul pavimento.

Per quanto riguarda le ruote, invece, è meglio giudicare in base agli ostacoli che si hanno in casa: se nelle stanze ci sono molti tappeti o fili elettrici pendenti che finiscono a terra e intralciano la strada, meglio optare per un modello con le ruote grandi, che supera qualunque tipo di ostacolo; se i pavimenti sono sgomberi, invece, basterà acquistare un modello con le ruote piccole, risparmiando sul peso.

Altro dilemma è quello del sacchetto: si dovrebbe preferire un aspirapolvere con sacchetto o senza? C’è da dire che i moderni aspirapolvere a traino sono quasi tutti senza sacchetto, o per lo meno la maggior parte ha il filtro.

Questo significa che le moderne tecnologie hanno sviluppato sempre più la sicurezza dei modelli senza sacchetto, quindi tenderemo a trovare quelli che ce l’hanno un po’ più scomodi di quelli con il filtro, oltre che, forse, meno sicuri.

Inoltre, i sacchetti hanno un costo che non è nemmeno troppo basso: quelli universali non costano molto, ma bisogna contare che non durano tantissimo.

Alcuni aspirapolvere un po’ più datati potrebbero richiedere un particolare modello di sacchetto, magari difficile da trovare nei negozi di elettrodomestici, e questo farà salire ancora di più il loro prezzo.

I vari tipi e la manutenzione

Ci sono tantissimi tipi di aspirapolvere a traino in commercio: quelli più sofisticati con filtro HEPA e quelli più maneggevoli, progettati per pulizie della casa veloci ed efficaci, seppur non molto profonde.

Cos’è il filtro HEPA?

È una tecnologia che permette di intrappolare anche le particelle più sottili dello sporco, fino a 0,3 micron. Gli aspirapolvere senza questa caratteristica non trattengono completamente le polveri sottili, lasciandole libere nell’aria al momento di svuotare il filtro.

In casa, il filtro HEPA è una prerogativa per tutti coloro che soffrono di allergia agli acari domestici, ma anche ai pollini ed ai peli di gatto o cane (se in casa se ne hanno!).

 

Accessori, potenza, manutenzione

Il tipo di aspirapolvere è determinato anche degli utilizzi che se ne possono fare: di sicuro, un aspirapolvere con un kit completo di accessori sarà utile in molte occasioni e per svariati tipi di pulizie.

Parliamo, quindi, della bocchetta per pulire i materassi, quella per le poltrone, per le tende, i tappeti, il pennello per i mobili, la spazzola universale e la prolunga telescopica: questi sono gli accessori base da richiedere all’acquisto di un aspirapolvere a traino.

Infine, anche una buona potenza aspirante fa il tipo di aspirapolvere: non si tratta dei 1500 o 200 watt di consumo, ma degli Air Watt: tra i 250 e i 400 l’aspirapolvere che si sta acquistando avrà una buona potenza aspirante.

Per quanto riguarda la manutenzione, questo problema dipenderà in gran parte dalla presenza o meno del sacchetto: se quelle che ne sono fornite hanno bisogno di meno attenzioni, poiché bisogna semplicemente buttare quello pieno e sostituirlo con uno nuovo, è anche vero che quelle con filtro vanno “curate” di più.

Infatti il filtro potrebbe perdere capacità di aspirazione se, svuotandolo, non si tolgono anche i residui dalla bocchetta o gli accumuli di polvere. Le polveri sottili, alla lunga, intasano anche il filtro più costoso.

Vantaggi e svantaggi: meglio una scopa elettrica?

L’aspirapolvere a traino è un attrezzo molto più efficiente della scopa elettrica, sia per la capienza del suo serbatoio, si per la potenza d’aspirazione.

È indubbio che la scopa elettrica sia molto più slanciata e occupi meno spazio, ma si tratta di un aspiratore ideale solo per chi richiede grande maneggevolezza.

Infatti, con i kit di accessori giusti, gli aspirapolvere a traino si rivelano adatte ai più disparati usi in casa; certo, sarà difficile fare le scale con questo tipo di aspiratori, ma i vantaggi sono molti!

Ti piace? Condividi l'articolo.

Nessun Commento

Agiungi il tuo