Aspirapolvere Senza Sacco

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Quando si deve valutare l’acquisto di un nuovo aspirapolvere, sono moltissime le varianti che possono essere considerate. Esistono infatti aspirapolvere a traino, e quelli detti invece scopa elettrica; ci sono aspirapolvere di potenza diversa, per diverse superfici e con diverse modalità di aspirazione.

Una prima scrematura, però, può essere fatta decidendo se si preferisce avere in casa un aspirapolvere con sacco, o senza sacco.

Quali sono i pro e i contro di queste due diverse categorie? Come sempre, ci sono punti a favore ed a sfavore sia per l’una, che per l’altra scelta.

La decisione finale può essere presa solo in base alle proprie, personali esigenze; però avere qualche informazione in più può essere utile per valutare con maggiore precisione.

A premessa, va detto che ormai esistono modelli di ogni marchio che presentano entrambe le opzioni, quindi sicuramente si troverà un aspirapolvere senza sacco all’interno dell’assortimento di ogni brand produttore di elettrodomestici.

L’aspirapolvere con il sacchetto, infatti, è la tipologia più tradizionale, il modello standard. Il funzionamento è ben noto. All’interno del corpo dell’elettrodomestico si trova uno scomparto, al quale va agganciato un sacchettino in plastica, o in tela.

Di seguito una tabella dei migliori aspirapolvere senza sacco.

Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it

FotoAspirapolvere senza SaccoPotenza
Samsung VCC88L0H311200 Watt
Rowenta RO82521000 Watt
Rowenta RO5396EA950 Watt
Rowenta RO5353EA950 Watt
Imetec 8084 ECO Extreme E1700 Watt
Hoover Xarion TAV 15081500 Watt
H.Koenig SLC802000 Watt
Dyson DC37 Animal Turbine1300 Watt
Dyson DC36 Carbon Fibre 1100 Watt
Dyson DC33C Origin1300 Watt
Dirt Devil Infinity VS8 Turbo1600 Watt
Clatronic BS 12531600 Watt
Clatronic BS 12482000 Watt
Bosch Roxxx BGS61430
Bosch BGS514421400 Watt
Ariete 27912200 Watt
Ariete Eco Power 27912200 Watt

Aspirapolvere senza sacco

Quali sono i vantaggi di un aspirapolvere senza sacchetto?

Uno dei prodotti per la pulizia della casa che compaiono sempre tra quelli maggiormente apprezzati sono gli aspirapolvere senza sacco.

Vanno infatti a permettere di eliminare quello che fino a poco tempo fa era considerato come un costo fisso quando si andava ad acquistare un aspirapolvere. I sacchetti, oltre che essere piuttosto costosi, ci obbligavano spesso a una dura ricerca di modelli compatibili per risparmiare qualche soldo.

Le versioni senza sacco permettono invece di andare a svuotare il contenitore direttamente nella pattumiera e di eliminare con un panno eventuali tracce di sporcizia. In commercio ce ne sono di un numero infinito di modelli, dai prezzi e dalle caratteristiche molto diverse. Se ti stai chiedendo quella che è la magia utilizzata da questa tipologia di prodotti per raccogliere lo sporco, la risposta è semplice, si tratta del sistema ciclonico.

Quando è meglio un aspirapolvere con il sacco?

Sono rare le situazioni nelle quali è meglio andare ad optare per un modello di aspirapolvere con sacchetto.

Si potrebbe dire che il costo dell’aspirapolvere sarà di certo minore, anche perché si tratterà sicuramente di un modello meno tecnologicamente evoluto, ma ti ricordo che questi pochi spicci che risparmierai diventeranno poi una cifra ben più corposa quando dovrai volta volta andare ad acquistare i sacchetti di ricambio. Sono più semplici da utilizzare, specialmente per le persone anziane.

Infatti nei modelli senza sacco lo sporco si andrà a raccogliere in un cilindretto, che andrà pulito, nei modelli senza sacco basterà invece togliere il sacchetto, buttarlo e sostituirlo con uno nuovo. La scelta finale del prodotto che è meglio scegliere dipende però da quelle che sono le tue esigenze ed i tuoi gusti, infatti se acquisterai un prodotto che non ti convince a pieno finirai per non utilizzarlo.

Quanti tipi di aspirazione può avere un aspirapolvere senza sacchetto?

Il sistema ciclonico è alla base del funzionamento di un aspirapolvere che non utilizza il sacchetto.

Questo potrà essere di tre diverse tipologie: non ciclonico, ciclonico o multiciclonico. In base a quelle che sono le tue esigenze un modello potrà essere più adatto rispetto ad un altro, quindi valuta con attenzione prima di acquistare un prodotto anziché un altro. Si tratta di tre sistemi aspiranti affidabili, che permettono di ottenere ottimi risultati in fatto di pulizia in tempi piuttosto rapidi.

Filtro ciclonico

Un interessante metodo che viene utilizzato dagli aspirapolveri senza sacco è quello conosciuto come filtro ciclonico.

Di solito non è visibile in modo diretto guardando dentro il contenitore della polvere. La particolarità di questo filtro è quella di permettere all’aria di risalire, creando una sorta di vortice o ciclone. Permette di raccogliere una discreta quantità di aria dall’esterno e di conseguenza anche una maggiore quantità di polvere. Uno dei suoi vantaggi più interessanti è quello di non andare a sporcarsi facilmente, quindi richiedendo una manutenzione ridotta all’osso. Usare un filtro ciclonico permette di eliminare ben il 25% in più di polvere di quanto si otterrebbe utilizzando filtri di altra tipologia.

Filtro non ciclonico

Ci sono aspirapolvere senza sacco che utilizzano anche filtri di tipo non ciclonico.

Sono questi i filtri che si visualizzano meglio nella struttura dell’elettrodomestico. Di solito si trova posizionato proprio all’interno di quello che è il contenitore che viene utilizzato per la raccolta della polvere. Un inconveniente legato al suo utilizzo è che necessità di essere pulito ogni qual volta che si va ad utilizzare l’aspirapolvere. Una pulizia regolare, che vada ad evitare il ristagno della sporcizia, ne assicurerà una lunga vita nel corso del tempo. Se volete avere a disposizione un prodotto che non vi vincoli troppo durante il suo utilizzo allora vi sconsiglio di utilizzare un aspiratore di questo tipo, spendere qualche soldo in più e di acquistarne uno con filtro ciclonico o multiciclonico.

Filtro multi ciclonico

Uno dei metodi più conosciuti, quando si parla di metodi di aspirazione per aspirapolveri senza sacco, è quello che utilizza il filtro multi ciclonico.

Si tratta del tipo di filtro che richiede il minimo sforzo per il suo mantenimento. Il ciclone che crea permette di separare le particelle di polvere dall’aria e di andare a dissolverle. Il vero nome del sistema multi ciclonico è Airvolution System ed è con questa dicitura che spesso compare nelle schede tecniche dei vari prodotti. Per darti un idea del grande livello di autonomia che ti permette di avere, devi sapere che è possibile utilizzarlo per ben 9 mesi prima che sia necessario andare a pulirlo. Quindi si possono riassumere le caratteristiche di questo filtro in efficienza e grande autonomia.

Aspirapolvere a traino o scopa elettrica?

Dopo aver conosciuto in modo approfondito quelli che sono gli aspirapolvere senza sacco è arrivato il momento di scegliere il modello più adatto a te.

Per capire se ti si addice più un aspirapolvere classico, di quelli a traino, oppure sia meglio scegliere una scopa elettrica è necessario che tu legga qui di seguito. Il vantaggio offerto dal modello a traino è quello di offrire una maggiore autonomia di movimento, ad esempio per pulire sotto i mobili o i divani, mentre la scopa ti obbligherà a movimenti più limitati. Di contro però l’aspirapolvere a traino ha un vano raccogli sporco di dimensioni più piccole rispetto ad una scopa. Quest’ultima si presa in modo ottimale per aspirare lo sporco dai tappeti o dai tessuti in genere, grazie anche alla possibilità di utilizzare delle testine rotanti. La scelta finale dipende però sempre da quelle che sono le tue specifiche necessità.

Con o senza sacco?

I vantaggi del sacchetto sono molti.
Il primo aspetto positivo da considerare è l’igiene: polvere e sporco finiscono dentro al contenitore di carta, che poi, quando è pieno, viene buttato e sostituito con uno vuoto. Di solito gli aspirapolvere sono dotati di un indicatore che avverte quando è giunto il momento di effettuare la sostituzione.

Le operazioni di aggancio e sgancio del sacchetto sono sempre molto facili ed intuitive. Inoltre, la presenza del sacchetto rende il corpo dell’elettrodomestico più leggero e maneggevole.

Il lato negativo di questa soluzione è presto detto: consiste nella difficoltà nel reperire i ricambi. Ogni singolo modello di ogni singolo marchio di aspirapolvere, infatti, ha il suo specifico sacchetto. Casi in cui un medesimo sacco possa andare bene su due aspirapolvere differenti sono davvero rari.

Esistono però dei sacchetti universali, che si adattano cioè a tutti gli elettrodomestici di aspirazione. Però si deve fare molta attenzione al posizionamento, perché potrebbero non combaciare alla perfezione e lasciar fuoriuscire la polvere, a scapito dell’igiene.

Inoltre, dover comprare periodicamente dei sacchetti di ricambio nuovi comporta una spesa in più.

Caratteristiche dell’aspirapolvere senza sacco

Passando così a valutare le caratteristiche dell’aspirapolvere senza sacco, il primo, ovvio vantaggio è che in questo secondo caso non si ha più la necessità di dover periodicamente avventurarsi per negozi, o consultare gli shop on line, per trovare i sacchetti di ricambio.

Un aspirapolvere senza sacco infatti ha un vano interno, in genere realizzato in plastica robusta e resistente, all’interno del quale si accumulano sporco e polvere. Questo contenitore, quando è pieno, viene svuotato, lavato e fatto asciugare con cura, e poi rimesso al suo posto.

Lo svantaggio di non avere il sacchetto è che in ogni caso, nel momento dello svuotamento, si deve venire a contatto con lo sporco. Deve essere sempre effettuata l’operazione di lavaggio del contenitore, che quindi rappresenta un lavoro in più da svolgere.

Inoltre, la presenza del vano polvere rende più pesante e meno maneggevole l’aspirapolvere nel suo complesso.
Un aspirapolvere senza sacco ha un costo più elevato di un aspirapolvere con il tradizionale sacchetto; questa spesa però, ovviamente, viene ammortizzata grazie al fatto che poi non c’è bisogno di acquistare i sacchetti di ricambio.

Un altro aspetto da considerare, è che in genere il potere di aspirazione di un aspirapolvere senza sacco è più elevato rispetto agli altri modelli, perché sono dotati di motori più potenti, o addirittura esistono dei marchi che usano dei sistemi ciclonici di aspirazione davvero molto efficaci.

Per concludere, la scelta tra un aspirapolvere con sacco, o senza sacco, deve tenere conto dei seguenti fattori:

  • maneggevolezza dell’elettrodomestico
  • facilità nella reperibilità dei sacchetti
  • praticità d’uso
  • costi complessivi e potenza del motore.

Va infine detto che i modelli più evoluti di aspirapolvere senza sacco consentono una igiene assai maggiore rispetto al passato, grazie alla presenza di filtri HEPA e di sistemi di filtraggio che rendono minima la dispersione di polvere.

Un ultimo aspetto da tenere presente, è che la vita media di un aspirapolvere senza sacco è inferiore a quella degli altri, per il semplice motivo che il box in cui si raccoglie lo sporco si sottopone ad usura, e potrebbe rendersi necessaria la sua sostituzione.

FotoScopa Elettrica Senza SaccoPotenza
Rowenta RH8775 Air Force Extreme
Rowenta RH8758 2200 Watt
Rowenta RH8570 Airforce2200 Watt
Rowenta RH7937WA Powerline1800 Watt
Necchi NH92301200 Watt
Imetec 8630 Piuma600 Watt
Hoover FJ180B2
Dyson DC42 Allergy1100 Watt
Bosch BBHMOVE4

Ti piace? Condividi l'articolo.

Nessun Commento

Agiungi il tuo