Aspirapolvere Silenzioso

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

La scelta dell’aspirapolvere silenzioso

Un aspirapolvere silenzioso è un’elettrodomestico che emette un livello di rumorosità tale da farlo apparire non fastidioso. Ma quando si può dire che la macchina ha questa caratteristica? E cosa determina il livello di rumore?

Il rumore

Prima di tutto bisogna chiarire che il suono è una perturbazione (prodotta da una sorgente sonora) che, propagandosi in un mezzo elastico (per esempio l’aria), provoca una variazione di pressione ed uno spostamento di particelle, tale da poter essere rilevata da una persona o da uno strumento acustico.

Un suono che provoca una sensazione sgradevole, fastidiosa o intollerabile viene comunemente chiamato rumore.

L’intensità del rumore si misura in decibel, abbreviato con la sigla dB.

Per rendere l’idea di cosa questo significhi nella pratica dobbiamo pensare che il fruscio di foglie produce dai 10 ai 40 dB che sono percepiti come una sensazione di quiete. 70 – 80 dB è l’intensità di rumore provocata una radio ad alto volume che nell’essere umano genera una sensazione di fastidio.

L’esposizione a 90 dB provoca danni per l’udito e intensità superiori provocano anche danni maggiori.

Di seguito una tabella dei migliori aspirapolvere silenziosi. Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it

FotoAspirapolvere SilenziosoDbPotenza
Bosch BGL4SIL69W Gl-40 Prosilence 69db700 Watt
Bosch BGS5144271db1400 Watt
Imetec 8096 ECO Extreme77 db700 Watt
Severin CY 708576db950 Watt
Rowenta RO5745EA Silence Force66db2200 Watt
Tron Aspirapolvere Silenzioso1300 Watt
Siemens silencePower VSQ4G14001400 Watt

Il rumore negli aspirapolvere

Da quanto detto risulta palese l’importanza che ha l’emissione del rumore nelle attrezzature, specialmente quelle di uso quotidiano o professionale a cui gli aspirapolvere non possono sottrarsi.

Il mercato propone modelli e tipologie di macchine che spaziano, in linea di massima, da un minimo di 55 dB ad un massimo di 80 dB circa.

Per mantenere e, anzi, ridurre il rumore emesso, gli aspirapolvere sono equipaggiati con motori digitali.

Una curiosità: sapete perchè l’aspirapolvere “scalda” anche dopo pochi minuti di utilizzo? E’ il principale difetto dei motori digitali che tendono a produrre notevole calore anche in un ridotto lasso di tempo di utilizzo.

Con l’avanzare costante della tecnologia i motori vengono montati in sospensione, con speciali rivestimenti isolanti che li avvolgono, riducendo le vibrazioni e, conseguentemente, anche il rumore emesso.

Anche il flusso d’aria è causa di rumore: oggi si tende a progettare percorsi dell’aria che seguano andamenti aerodinamici, con diametri dei tubi e dei fori di ingresso dell’aria più larghi per uno scorrimento più fluido e quindi più silenzioso dell’aria. Anche l’interno dei cicloni è stato rivisto, per rendere il flusso d’aria più silenzioso.

L’aspirapolvere silenzioso

Chiaramente un aspirapolvere silenzioso ha i vantaggi di tutte le attrezzature a bassa rumorosità: non disturba i vicini, i coinquilini e nemmeno sé stessi. I migliori sul mercato permettono di parlare tranquillamente al telefono o ascoltare della musica mentre sono in funzione.

Questo per quanto riguarda l’uso in una casa privata, ma la silenziosità è importante anche nei luoghi di lavoro: alberghi, hotel, attività commerciali che possono eseguire le pulizie senza disturbare la clientela, oltre al pieno rispetto delle normative sulla protezione dai danni causati dal rumore ai lavoratori.

Quanto rumore?

Quindi, al momento di effettuare l’acquisto di un nuovo aspirapolvere è bene controllare qual’è l’effettiva emissione sonora dell’apparecchiatura e orientarsi verso modelli che non superino i 72 dB, meglio se sono al di sotto.

In linea generale, confrontando i dati dei costruttori, si può affermare che gli aspirapolvere più silenziosi sono i robot (siamo sull’ordine dei 60 dB), questi dati paragonati ai 72 dB di alcuni modelli a traino la dicono lunga sulle differenze esistenti fra un modello e l’altro.

Certamente la rumorosità non è l’unico parametro su cui basare la scelta d’acquisto di un aspirapolvere, ma è certamente una di quelle da tenere presenti: non sentire un telefono squillare, avere a disposizione determinati “orari” per non disturbare vicini o famigliari non è propriamente una bella cosa e durante l’acquisto sarebbe bene prenderla in considerazione.

Purtroppo non sempre l’economicità viaggia al passo con la silenziosità. I modelli più economici non sono i più silenziosi, ma probabilmente val la pena spendere qualcosa in più e godere di un comfort innegabilmente maggiore.

Ti piace? Condividi l'articolo.

Nessun Commento

Agiungi il tuo